Younis Tawfik

Nato a: 
Mosul, Iraq
Biografia: 

Younis Tawfik è nato nel 1957 a Mosul (l'antica Ninive), in Iraq.

Poeta, romanziere, saggista e traduttore, all'età di ventitude anni si è trasferito in Italia per studiare la lingua di Dante, di cui è un grande appassionato, e studiare letteratura comparata a Torino, dove si è laureato in Lettere.

Fin da giovane ha pubblicato poesie su importanti riviste del suo paese, ottenendo nel 1978 il Premio di Poesia Nazionale conferito dalla Presidenza della Repubblica.

In Italia ha cominciato a pubblicare nel 1994, dando alle stampe con la casa editrice torinese L'Angolo Manzoni la raccolta di versi Apparizione della Dama Babilonese, con una nota di Tahar Ben Jelloun. E' seguita nel 1996 la raccolta di poesie Nelle mani la luna, per la casa editrice Ananke.

Nel 1997 ha pubblicato con l'editore parigino Liana Levi Islam, un saggio sulla religione islamica, uscito contemporaneamente in Italia (da Idea Libri), in Germania, Olanda, Spagna e  Stati Uniti.

E' del 1999 l'esordio nella narrativa, con un grande successo di critica e di pubblico: il romanzo La straniera, uscito da Bompiani, vince il premio Grinzane Cavour 2000 nella sezione Narrativa Giovane Autore Esordiente, il Premio Comisso, il Premio internazionale Ostia-Mare, il Premio Fenice Europa, il Premio Rhegium Julii 2000, e riceve la Menzione Speciale Opera Esordiente del Premio via Po.

Nel 2002 è uscito, di nuovo per Bompiani, il secondo romanzo La città di Iram, cui ha fatto seguito nel 2003 il saggio L'Iraq di Saddam.

Nel 2006 Il Profugo (sempre Bompiani), una saga famigliare che descrive il dramma dell'Iraq attraverso le voci di tre generazioni, ha ottenuto nello stesso anno il Premio Grinzane Pavese. L'autore torna il libreria nel 2011 con La sposa ripudiata, pubblicato da Bompiani e seguito dal romanzo La ragazza di piazza Tahrir, Barbera Editore.

Insieme a Roberto Rossi Testa ha curato e tradotto numerosi autori arabi, in particolare Khalil Gibran.

Attualmente vive a San Mauro torinese e ricopre l'incarico di presidente del Centro Culturale Italo-Arabo Dar al Hikma, dirige la collana "Abadir Culture dell'Africa e del Medio Oriente" della casa editrice Ananke, ed è da anni in prima linea nell'integrazione degli stranieri che vivono lontano dal loro Paese. E' membro della consulta islamica in Italia nonché docente di Lingua e Letteratura Araba alla Facoltà di lingue dell'Università di Genova; la sua attività giornalistica è costellata da numerose collaborazioni con quotidiani nazionali come La Stampa, la Repubblica, Il Mattino, il Secolo XIX ed il Messaggero.

 

 

Immagine: 
Bibliografia: 


  • Apparizione della Dama Babilonese, (raccolta di poesie) traduzione di Roberto Rossi Testa; disegni di Egi Volterrani ; prefazione di Giuseppe Conte ; nota introduttiva di Tahar Ben Jelloun, L'Angolo Manzoni, 1994
  • Nelle mani la luna, (raccolta di poesie) nota introduttiva di Tahar Ben Jelloun ; acqueforti di Enzo Sciavolino, Ananke, 1996
  • La straniera, postfazione di Egi Volterrani, Bompiani, 1999
  • Viaggiare leggendo, Sistema bibliotecario consortile Antonio Panizzi, 1999
  • Desiderio, Dialogolibri, 2000
  • La città di Iram, Bompiani, 2002
  • Il profugo, Bompiani, 2006
  • Due drammi, Officina di Studi Medievali, 2006
  • La sposa ripudiata, Bompiani, 2011
  • La ragazza di piazza Tahrir, Barbera Editore, 2012

 

Saggistica:

  • Kurdi. Il dramma di un popolo e la comunità internazionale, BFS Edizioni, 1994
  • Islam. Storia, dottrina, diffusione, Idea Libri, 1997
  • L'ingerenza umanitaria: il caso dei kurdi. Profilo storico-giuridico, BFS Edizioni, 1997
  • As-Salamu alaikum. Corso di arabo moderno, Ananke, 1999
  • La pietra nera. Introduzione alla civiltà islamica, Ananke, 2001
  • L'Iraq di Saddam, Bompiani, 2003
  • Islam. Dai califfi all'integralismo, Ananke, 2004

 

 

incipit: 


0

Ultimi eventi

Ultime voci

Ultimi scrittori

Credits

Un progetto di Associazione Alta Fantasia, codice fiscale 97687170015, Torino

Sponsors - TITOLO