Alain Elkann

data di nascita: 
Giov, 23/03/1950
Nato a: 
New York
Biografia: 

Alain Elkann è nato il 23 marzo 1950 a New York da padre francese e madre italiana, ambedue di religione ebraica. Il padre Jean-Paul Elkann, banchiere e industriale, è stato presidente della Comunità ebraica di Parigi dal 1967 al 1982 e a lungo ai vertici amministrativi della Christian Dior SA. La madre, Carla Ovazza, discendeva da una famiglia di banchieri torinesi e nel 1976 è stata vittima di un sequestro di persona.

Scrittore e giornalista, Alain Elkann ha sposato nel 1975 Margherita Agnelli, figlia del defunto presidente della Fiat, da cui ha avuto tre figli dei quali due hanno intrapreso la strada del nonno. Dopo il divorzio si è successivamente risposato con Rosy Greco.

Ha scritto numerosi libri, romanzi, saggi ed opuscoli spesso sul tema a lui molto caro della fede ebraica in rapporto alle altre religioni, come Il Messia e gli ebrei, (Bompiani, 2002) e Essere ebreo (Premio Internazionale Fregene 1995) entrambi scritti con Elio Toaff ex rabbino capo di Roma; Cambiare il cuore (1993) con l'arcivescovo di Milano Carlo Maria Martini, e con il re giordano Abdullah Essere musulmano (2001), vincitore nel 2005 del Premio Capalbio.

Fra gli altri suoi romanzi e saggi, la casa editrice Bompiani ha pubblicato: Vita di Moravia nel 1990, tradotto in oltre quindici lingue; il romanzo Rotocalco nel 1991; Delitto a Capri nel1992; I soldi devono restare in famiglia nel 1996; Piazza Carignano nel 1997; Il padre francese nel 1999 e nel 2000 Interviste 1989-2000, in cui Elkann ha raccolto per la prima volta undici anni di interviste ospitate su quotidiani, settimanali e riviste letterarie. Con L'equivoco, del 2008, Elkann ha vinto il Premio Acquiterme 2009.

Il romanzo John Star, pubblicato sempre da Bompiani, nel 2002 ha conquistato il Premio Cesare Pavese per la sezione narrativa, mentre il 2003 è stato l'anno di MoMo, breve e intenso ritratto di Alberto Moravia e Indro Montanelli.

Elkann è responsabile culturale della Fondazione Rosselli e dal 2004 è presidente della Fondazione Museo delle Antichità Egizie di Torino, mentre dal 2007 presiede la Fondazione CittàItalia.

Il 16 maggio 2008 è stato nominato consigliere per gli eventi culturali e per i rapporti con l'estero dal Ministro Sandro Bondi.

Tra le sue ultime opere, uscite sempre da Bompiani, figurano Mitzvà (2004), una riflessione sull'ebraismo, sulla pace e sul destino del popolo ebraico, Una lunga estate (2006) e L'invidia (2006). La sua più recente pubblicazione, Nonna Carla del 2010, è una storia narrata sotto forma di diario sulla vita e la morte della madre, Carla Ovazza.

Attualmente, oltre a collaborare con numerose riviste e con il quotidiano La Stampa, è conduttore di rubriche di approfondimento culturale per la rete televisiva LA7.

 

Immagine: 
Bibliografia: 

Per la Casa editrice Mondadori:

 

  • Il tuffo, 1981
  • Stella Oceanis, 1983
  • Piazza Carignano, 1985
  • Le due babe, raccolta di racconti, 1986
  • Montagne russe, 1988

 

Per la Casa editrice Bompiani:

 

  • Vita di Moravia con Alberto Moravia, 1990
  • Rotocalco, 1991
  • Delitto a Capri, 1992
  • Vendita all'asta, 1993
  • Cambiare il cuore con Carlo Maria Martini, 1993
  • Essere ebreo con Elio Toaff, 1994
  • Emma, intervista a una bambina di undici anni, 1995
  • I soldi devono restare in famiglia, 1996
  • Diario verosimile, 1997
  • Il padre francese, 1999
  • Le mura di Gerusalemme, 2000
  • Interviste 1989-2000, 2000
  • John Star, 2001
  • Essere musulmano, con B. Hassan, 2001
  • Il Messia e gli ebrei, 2002
  • Boulevard de Sébastopol e altri racconti, 2002
  • Una lunga estate, 2003
  • Mitzvà, 2004
  • Giorno dopo Giorno, 2005
  • L'Equivoco, 2008
  • Nonna Carla, 2010

 

 

incipit: 


0

Ultimi eventi

Ultime voci

Ultimi scrittori

Credits

Un progetto di Associazione Alta Fantasia, codice fiscale 97687170015, Torino

Sponsors - TITOLO